News
23/07/2019: Sono state pubblicate su Italian Botanist le nuove Notulae (n. 7) alla Checklist della Flora italiana con contributi per il Lazio che si riferiscono a materiali depositati presso l'Erbario della Tuscia.

Leggi...

Gara
23/09/2019: in questo primo semestre dell'AA 2019-2020 non avrà luogo la Gara di identificazione delle specie spontanee aperta agli studenti del 1° e 2° livello con il riconoscimento di 2 CFU come AFS

Leggi...

Ultima pubblicazione
Scoppola A., 2019. An annotated key to the species of Gastridium (Poaceae) with distributional novelties to the Italian territory. Natural History Sciences, 6 (2): 29-36. DOI: 10.4081/nhs.2019.429

Leggi...

Ultime accessioni
Dallo scorso ottobre 2019, grazie al lavoro di una tirocinante e una borsista, è ripresa l'archiviazione dei dati nel DB dell'Erbario che ad oggi annovera 38.000 saggi di 'spermatofite' e 'pteridofite' in buono stato di conservazione

Leggi...

Disponibilità di tesi e tirocini
Sono DISPONIBILI nuovi argomenti di tesi di laurea di primo e secondo liv. relativi a floristica, tassonomia vegetale e conservazione della biodiversità. Rivolgersi alla Prof.ssa Anna Scoppola

Leggi...

L'ERBARIO DELLA TUSCIA annoverato dal 1996 nell’Index Herbariorum (catalogo mondiale degli Erbari) con l’acronimo 'UTV', è uno dei tre Erbari universitari del Lazio, inserito nella rete del Musei della Città di Viterbo, nel Sistema Museale di Ateneo e tra i musei della CRUI.

L'Erbario oggi vanta una raccolta di oltre 37.000 saggi essiccati di 'spermatofite' e 'pteridofite' in ottimo stato di conservazione, riuniti in circa 450 pacchi; i saggi sono stati forniti da più di 800 raccoglitori italiani e stranieri e la raccolta viene incrementata di circa 500-1.000 saggi all'anno.
L'Erbario dispone di una biblioteca con più di 150 volumi, di attrezzature per l'allestimento, lo studio e la conservazione dei saggi, di un importante archivio informatizzato.
Esso rappresenta una struttura dedicata in primo luogo allo studio della biodiversità vegetale e alla sua documentazione nel tempo, con particolare riferimento al territorio italiano, garantendo la consultazione e il prestito dei campioni soprattutto a specialisti tassonomi e geobotanici.
Oltre alle attività di archiviazione informatica, conservazione e incremento delle collezioni, l'Erbario partecipa a progetti finalizzati all'orientamento e alla diffusione della cultura scientifica curati dal Sistema Museale di Ateneo e dal Dipartimento DAFNE.
Tutti i diritti riservati